Groove Music dismesso da Microsoft

29

Dal 1° Gennaio 2018 Grove Music, il servizio di streaming musicale di Microsoft, chiuderà ed inizia già a migrare i propri utenti verso Spotify. Una partnership, possiamo definirla “obbligata”, per la compatibilità con i propri sistemi Windows Phone e XboxOne.

Redmond non ha mai rilasciato informazioni ufficiali sul numero di abbonati o sui redditi generati dalla piattaforma ma, secondo alcuni analisti, probabilmente non ha mai dato pensieri a servizi simili.

Groove Music diventerà quindi un lettore di file multimediali, Microsoft alla fine dice stop ai tentativi di entrare sul mercato della musica on demand, ci ha provato prima con Zune, poi Xbox Music e l’ultimo Groove.

Sicuramente sarà la startup svedese a godere, almeno potenzialmente, della scelta di Microsoft, che le offre la possibilità di aggiungere utenti ai 140 milioni di persone già registrate al servizio, 50 milioni circa a pagamento. Numeri che al momento non permettono però a Spotify di essere redditizia, infatti dagli ultimi bilanci ci sarebbe una perdita di 600 milioni di dollari e un fatturato di 3 miliardi.

Commenti

commenti