PALLONE D’ORO 2020: DECISIONE DRASTICA

9

Il pallone d’oro è l’ambito premio istituito nel 1956 ed assegnato dalla rivista francese ‘France Football’ al giocatore che più si è distinto nell’anno solare in una squadra di un campionato qualsiasi in tutto il mondo. Il trofeo di Calciatore europeo dell’anno, però, in questo strano 2020 non sarà assegnato. A comunicarne la decisione è stata la stessa rivista francese che spiega il motivo della drastica scelta con le seguenti parole:

A circostanze eccezionali, decisioni eccezionali. Per la prima volta nella sua storia, nel 2020 il Pallone d’Oro di France Football non verrà assegnato. Non ci sono le sufficienti condizioni di equità, dal momento che alcuni campionati sono stati interrotti. In un anno così unico non può – e non dovrebbe – essere trattato come un anno normale. In caso di dubbio, è meglio astenersi. Il Pallone d’Oro trasmette valori diversi, come l’esemplarità, la solidarietà e la responsabilità, oltre all’eccellenza sportiva. Non volevamo aggiungere un asterisco indelebile alla lista dei premi nello stile di ‘trofeo vinto in circostanze eccezionali a causa della crisi sanitaria di Covid-19’. Preferiremo sempre una piccola ferita (alla nostra storia) ad una grande cicatrice. È la prima volta dal 1956 che il Pallone d’Oro si prende una pausa. La parentesi non ci rende felici, ma ci sembra la scelta più responsabile e logica. Proteggere la credibilità e la legittimità di un tale premio significa anche garantire che sia irreprensibile nel tempo

La decisione presa è tanto drastica quanto sensata: in un anno così tragico e anormale che,nel mondo del calcio, ha comportato lo stop definitivo di alcuni campionati assegnare un trofeo che decreta il miglior giocatore europeo dell’anno è un rischio che il France Football non vuole correre.