Mondiale di calcio 2006

La fase eliminatori del campionato mondiale di calcio del 2006 vide la partecipazione di 198 squadre. I criteri per il sorteggio della fase a gironi si basarono sul ranking mondiale.

Gli ottavi di finale si disputarono tra il 24 e il 27 giugno: si qualificò per prima la Germania eliminando la Svezia, mentre l’Argentina vinse contro il Messico. L’Inghilterra sconfisse l’Ecuador, e il Portogallo eliminò i Paesi Bassi. Il 26 giugno l’Italia sconfisse l’Australia e  l’Ucraina vinse contro la Svizzera qualificandosi per la prima volta ai quarti di finale. Il Brasile eliminò il Ghana, grazie alla rete che vale a Ronaldo il titolo di capocannoniere della storia dei mondiali, mentre la Francia prevalse sulla Spagna.

Le partite valide per i quarti di finale si disputarono il 30 giugno e il 1º luglio. Nel primo incontro l’Argentina perse contro la Germania, in seguito l’Italia vinse contro l’Ucraina. Il giorno dopo, la gara tra Inghilterra e Portogallo, fu vinta da quest’ultimi e nell’ultima gara la Francia prevalse sul Brasile.

Il 4 luglio si sfidarono Germania e Italia. Gli azzurri vinsero ai tempi supplementari grazie alle reti di Grosso e di Del Piero. L’Italia tornò quindi in finale dopo 12 anni. L’altra semifinale, giocata il 5 luglio, vide la Francia battere il Portogallo.

La finale si giocò il 9 Luglio. La Francia passò in vantaggio, seguita da un immediato pareggio dell’Italia. Al 111′ Zidane fu espulso dall’arbitro, per aver colpito intenzionalmente Materazzi con una testata. Si va quindi ai calci di rigore. Dopo 4 rigori a testa l’Italia è a punteggio pieno, mentre la Francia è ferma a 3. Fabio Grosso, segnò il rigore del definitivo 5-3 e permise all’Italia di vincere il suo quarto mondiale di calcio.

Alessandro, Niccolò, Rocco e Stefano