MILAN-ROMA, BENE LE DUE SQUADRE… DISASTRO GIACOMELLI!

26

Milan-Roma, ultima gara della 5a giornata di Serie A: una gara attesa da molti. Nella magica atmosfera di San Siro la formazione di Pioli e Ibra ha sfidato quella di Fonseca e Dzeko, in un match ricco di colpi di scena e bel calcio. La gara prende subito una bella piega, con il Milan che sblocca il parziale al 2’ minuto di gioco con il solito Ibrahimovic, colonna portante della squadra. La Roma risponde al 14’ minuto con Dzeko. All’inizio del secondo tempo una super azione di Leao porta al gol Saelemakers per il raddoppio rossonero, ma le sorprese non finiscono qui. Al 71’ minuto di gioco l’arbitro Giacomelli assegna un rigore molto dubbio alla Roma senza nessun richiamo da parte dei tecnici al VAR per un presunto contatto in area di rigore da parte di Bennacer ai danni di Pedro. Veretout trasforma il rigore e a San Siro è ristabilita la parità. Al 79’ minuto Giacomelli assegna ancora un rigore, stavolta a favore del Milan,senza consultare il VAR per un contatto in area tra Mancini e Calhanoglu. Nonostante sembrasse che Mancini avesse calciato l’aria, Giacomelli è molto sicuro e indica di battere il rigore, trasformato da Ibra nel nuovo vantaggio rossonero. La Roma, però, con caparbietà trova il gol del definitivo pari con Kumbulla, sugli sviluppi di un corner e con la deviazione fatale di Ibrahimovic che favorisce al difensore giallorosso l’assist per battere Tătărușanu. La partita termina per 3 a 3, ma gli episodi dei due rigori hanno destato moltissimi dubbi, soprattutto perché l’arbitro ha deciso di non utilizzare il VAR. Pareggio che sta stretto al Milan, ottimo invece per la Roma, chiamata 3 volte alla rimonta.