Il tennis: Wimbledon

Il Torneo di Wimbledon è il più antico evento nello sport del tennis. Terzo torneo del Grande Slam in ordine cronologico annuale, preceduto dall’Australian Open e dagli Open di Francia e seguito dagli US Open. Le origini del Torneo di Wimbledon sono intimamente legate alle origini del tennis.

Ci vollero solo tre anni perché l’All England Lawn Croquet Club si interessasse a questa nuova disciplina. Il club cambiò il nome in All England Lawn Tennis and Croquet Club e decise di istituire un torneo nel 1877. Nel corso di una riunione del Marylebone Cricket Club furono stabilite le nuove regole. Queste sono perdurate nel tempo e le regole attuali sono simili alle originali tranne che per qualche dettaglio.

Le dieci edizioni prima dell’inizio della prima guerra mondiale si caratterizzarono per la progressiva internazionalizzazione del torneo. Così, Norman Brookes divenne il primo giocatore non-britannico a vincere a Wimbledon nel 1907, battendo Arthur Gore. Gore riuscì ad ottenere la sua rivincita l’anno successivo e a mantenere il trofeo per tre anni consecutivi prima di essere sconfitto nel 1910 da Anthony Wilding. L’ultima edizione disputata appena un paio di settimane prima l’inizio della prima guerra mondiale fu vinta da Norman Brookes che vinse il suo terzo titolo. Dopo la guerra, Il torneo riaprì i battenti nel 1919 e in finale si contrapposero l’australiano Gerald Patterson e il suo connazionale Brooke Norman.

Nel 1922 Jack Crawford vinse l’Australian Championships e decise di andare in Europa a giocare i tornei più importanti, tra cui gli Internazionali di Francia e il Torneo di Wimbledon. Li vinse entrambi, battendo Vines a Wimbledon durante un’eccezionale finale. Crawford vinse i tre titoli principali di quella stagione. Tuttavia, Crawford si arrese nella finale degli U.S. National Championships contro Fred Perry. Dopo qualche anno l’americano Donald Budge decise di provare a disputare tutti i Major dell’anno. Prima di partecipare al torneo di Wimbledon nel 1938, Budge vinse l’Australian Championships, gli Internazionali di Francia e il torneo di Londra senza perdere un solo set. Qui appare Il termine “Grande Slam” e diventa una realtà con la vittoria nella finale di Budge agli U.S. National Championships.

Alessandro, Niccolò, Rocco e Stefano