IL PRESIDENTE AGNELLI NON PERDONA! RIVOLUZIONE IN CASA JUVENTUS!

9

In casa Juventus si respira un clima tutt’altro che sereno. L’uscita agli ottavi dalla Champions League ha scatenato la furia del presidente Andrea Agnelli, che si aspettava una prestazione migliore. La delusione di Agnelli non riguarda, però, solo l’uscita dalla Champions, quella è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Tutta la stagione è stata un flop: due trofei persi contro Lazio e Napoli, le numerose rimonte subite dalla Vecchia Signora in condizioni di vantaggio e poi l’uscita dalla Champions League. Insomma, Agnelli non ci sta e a Torino ha inizio la rivoluzione. Il primo ad abbandonare i bianconeri è il tecnico toscano Maurizio Sarri, da cui ci si aspettava qualcosa in più. L’esonero di Sarri è stato ufficializzato pochi minuti fa attraverso il comunicato ufficiale della società piemontese:

“Juventus Football Club comunica che Maurizio Sarri è stato sollevato dal suo incarico di allenatore della Prima Squadra. La Società desidera ringraziare il tecnico per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo, coronamento di un percorso personale che lo ha portato a scalare tutte le categorie del calcio italiano”

Il nono scudetto di fila non è bastato a Sarri per rimanere ad allenare la Juventus, che ora cerca un nuovo tecnico. Spuntano varie ipotesi sul nome del prossimo allenatore della Juventus: Inzaghi, Mancini,Pochettino, ma non si esclude un clamoroso salto di qualità di Pirlo, che al momento allena l’Under23.

Andrea Agnelli, però, ha solo cominciato la sua rivoluzione. A partire potrebbero essere anche dei giocatori che non hanno raggiunto la sufficienza in questa stagione. Tutto è in bilico, non ci sono certezze; il popolo bianconero rimane in attesa di informazioni da parte della società.