Il Basket

La pallacanestro è stata inventata negli Stati Uniti d’America nel 1891. Il 15 dicembre 1891 vennero pubblicate le tredici regole del nuovo sport, che da allora si evolsero fino a renderlo uno sport molto differente dall’originale. Inizialmente, si giocava in un campo grande circa la metà di quello attuale. Le squadre erano formate da nove giocatori. Delle 13 regole originali alcune sono rimaste fino ai giorni nostri.

Nel 1946, nacque la National Basketball Association (NBA), la più importante lega professionistica del mondo. Nel 1957 nasce la Coppa dei Campioni europea e nel 1966 viene istituita la Coppa Intercontinentale. Lo sport divenne popolare negli USA in brevissimo tempo, cominciando subito dopo a diffondersi in tutto il mondo. I giocatori dello stato di New York furono tra i protagonisti dei primi anni della storia della pallacanestro, vincendo il campionato panamericano nel 1901. I Germans, fondati nel 1895, furono anche tra i protagonisti dell’esordio ufficiale in ambito internazionale, che avvenne durante i Giochi olimpici che si tennero a Saint Louis nel 1904. Il torneo fu vinto dai Germans, che si confermarono tra le squadre più forti del momento.

La pallacanestro divenne sport Olimpico nel 1936, alle Olimpiadi di Berlino. In Italia comparve nel 1917, alla fine della Prima guerra mondiale. Negli anni venti c’erano centinaia di squadre di pallacanestro negli Stati Uniti che giocavano a livello professionistico, tuttavia non c’era ancora molta organizzazione per l’attività agonistica tra le varie squadre. Nel 1925 l’American Basketball League organizzò il primo campionato professionistico di pallacanestro negli Stati Uniti d’America. In quel periodo sorsero varie squadre che rimasero per anni tra le più importanti e titolate tra cui: gli Original Celtics, i New York Reneisens e l’All American Red Heads Team.

Alessandro, Niccolò, Rocco e Stefano