BASKET CASSINO BUONA LA PRIMA

11
Basket Cassino – Roma 80-78
Parziali 20-25 ; 21-25; 22-14 ; 17-14
Basket Cassino : Barrella 7 , Pagano 15, Ausiello 27, De Santis 9 , La Mura 8, D’Aguanno, Odone 12, Lena n.e. , De Rosa n.e. , Pignatelli 2, Comarca, D’Annolfo Coach L.Pagano
Scuba Roma : Greco , Figliomeni 8, Orlandi 10, Franzon, Akbara 16, Petrangeli 7, Brunetti 4, Romanazzo 18 Di Marzio n.e. , Umassi 6, Francesconi, Catasta 9 Coach Castellano
Inizia sul neutro di Anagni il percorso dei ragazzi di Coach Pagano, che già dalla prima giornata si trova ad avere a che fare con un assenza importante, quella dell’ ala piccola Luca Granata. In campo però il Cassino può vantare un organico qualitativamente più avanti rispetto ai giovani avversari che comunque daranno non poco filo da torcere ai biancazzurri.
 Pronti via ed in neanche un minuto di gioco si è già sul 6-5 per il Cassino grazie alle triple di De Santis e del solito Ausiello , mentre per gli avversari a segno sempre da 3, e non sarà una novità, il pivot Akbara. Passerà però molto tempo di gioco prima che i biancazzurri tornino in vantaggio, difatti la gara nei primi 2 quarti si svolge ai ritmi dettati dai giovani romani, bravi con lo stesso Akbara a chiudere, grazie soprattutto alla sua forza fisica, ogni possibilità di ingresso in area; e con Romanazzo, tra i più esperti della compagine, 20-25 e 21-25. Il Cassino chiude così il primo tempo non senza difficoltà, in svantaggio di 9 punti dopo essere arrivati anche ad un massimo svantaggio di 10. Nel terzo quarto la squadra scende in campo con l’atteggiamento giusto e che sempre vorremmo vedere dai ragazzi. La volontà di non arrendersi mai, nonostante il nervosismo che in certe situazioni può farla da padrone, porta i ragazzi a recuperare lo svantaggio, complici un Pagano in versione Super ( saranno 15 a fine partita per lui) , un Ausiello che nonostante il limite di falli chiuderà la sua prova con ben 27 punti ed un capitan De Santis in grande spolver,  i ragazzi di Pagano riescono a rientrare in partita , sfruttando anche quella che è stata l’uscita di Akbara per ben tutto il terzo quarto, (anche lui limitato dai falli) che ha permesso ai nostri La Mura, ma soprattutto al buon Odone , di dominare sotto le plance, 22-14. Nell’ultimo quarto i cassinati hanno ormai la voglia di vincerla, e riescono a portare un massimo vantaggio di +7 contro degli ottimi avversari che difficilmente si concedevano errori oltre l’arco dei 3 punti , e perfetto è stato anche l’approccio all’ultimo quarto di Barrella, chiamato agli straordinari dopo le uscite per falli di capitan De Santis e Ausiello. Gli ultimi istanti di gara ci lasciano in vantaggio, nonostante le percentuali dalla lunetta non siano state esaltanti, il risultato lo porta a casa la squadra di Coach Pagano e non si poteva chiedere di meglio, rimanendo nella speranza che possa essere di buon auspicio per il resto del cammino.
Gianluca Riccardi

Commenti

commenti