BARCA, COME LO SPIEGHI?

1

Dopo aver vinto agli ottavi di finale contro il Napoli, il Barcellona di Lionel Messi è approdato ai quarti con un solo obiettivo: aggiudicarsi un posto per la semifinale di Champions League. Per raggiungere il traguardo, però, bisogna superare il Bayern Monaco di Robert Lewandowski che ha schiacciato il Chelsea con un sonoro poker. Le aspettative per la partita sono altissime, l’umore e l’eccitazione salgono non appena parte l’inno della Champions e le squadre scendono in campo. Già dal fischio d’inizio ci accorgiamo di quanto siano aggressivi i ragazzi del Bayern, passati in vantaggio dopo appena 4 minuti grazie alla rete di Thomas Müller. 3 minuti dopo il Barcellona pareggia i conti grazie ad un clamoroso autogol realizzato da David Alaba. Il Barca è protagonista di altre 3 occasioni, ma l’unica protagonista della partita è la squadra tedesca che in 10 minuti segna 3 gol alla rete difesa da Marc-André ter Stegen. Il primo tempo si conclude con i Blaugrana sotto di 3 pesantissimi gol, ma la partita non è finita. L’inizio del secondo tempo segna la fine degli spagnoli. Kimmich, Lewandowski e Coutinho due volte prendono d’assalto la porta del Barca, arrivando a segnare 8 gol. Gli spagnoli riescono a segnare solo un altro gol con Suárez. Il match termina 2-8 per il Bayern Monaco che ridicolizza il Barcellona infliggendo loro una sconfitta che nella storia blaugrana non si era mai vista!!! I tedeschi volano in semifinale e il Barcellona, dopo un anno di delusioni arrivate sia in campionato sia in Europa con 2 cambi di allenatore, tornano in Spagna a testa bassa e con tanto amaro in bocca.