ANTONIO, RESTI O LASCI?

2

All’indomani della finale di Europa League persa contro il Siviglia a Colonia, in Germania, in casa Inter si respira aria di cambiamento. La delusione per aver perso una finale si vedeva già ieri sera durante le interviste a Samir Handanovic, capitano e portiere nerazzurro, e in maniera più evidente sul volto del tecnico Antonio Conte, che a stento trattiene le lacrime. Le dichiarazioni di mister Conte hanno scatenato tanti dubbi, sia tra i dirigenti dell’Inter sia tra il popolo del web; queste le sue parole:

“Quando ci sarà il confronto con Zhang? Adesso rientriamo, ci prendiamo due giorni di vacanza e poi a mente fredda ci incontreremo e si farà una disamina della stagione.In maniera serena cercheremo di pianificare eventualmente il futuro dell’Inter. Con o senza di me, si vedrà. Giusto prenderci qualche giorno e prendere la decisione migliore per l’Inter.Non c’è astio, ci sono vedute magari diverse e si faranno delle valutazioni.È stata una stagione bellissima per me, ringrazio la proprietà che mi ha dato la possibilità di fare questa esperienza. Ne è valsa la pena . Alcune situazioni non mi sono piaciute, ho anche una famiglia. Devo capire se la priorità diventa il calcio o la famiglia.Non faccio marcia indietro, sia chiaro. Qualcosa è successo, vedremo se ci sarà la volontà di tutti di migliorare e cambiare certe situazioni. Farò delle valutazioni con il presidente e i dirigenti”

Le parole di Conte sono ricche di amarezza e delusione, ma anche molto enigmatiche: cosa ne sarà del suo futuro? Lo vedremo ancora sulla panchina dell’Inter nella prossima stagione? Non lo sappiamo. In caso, però, di addio del tecnico leccese Marotta ha già in mente il sostituto perfetto: Massimiliano Allegri. L’ex tecnico della Juventus è una vecchia conoscenza dell’amministratore delegato del club nerazzurro e potrebbe sostituire ancora Antonio Conte, questa volta proprio in casa nerazzurra.