14 marzo 2020

14

Scrivere mi è sempre stato d’aiuto, parlare con me stesso non è come parlare con gli altri…è essere veramente libero di dirsi qualunque cosa, senza pensare alle conseguenze…

Ci sto pensando ora, chiuso fra le 4 mura, senza poter uscire, mentre il silenzio e la solitudine urlano contro di me, mentre vorrei dare qualunque cosa per poter uscire e incontrare qualcuno. E’ giunto il momento di uscire, di fare una passeggiata con la mente verso altre anime chiuse come me in questa irreale prigionia.

Stiamo vivendo una battaglia senza armi, nascondendoci come i più vigliacchi dei soldati.

Ma dobbiamo vincere e per farlo abbiamo una sola arma, pensare al futuro, a quando tutto questo sarà finito e potremo tornare per le strade a sorridere e non a guardarci come portatori sani di morte.