Italy Web Radio presente a Castro dei Volsci per lo spettacolo teatrale”Marocchinate”

36

…E alla fine si piange.

Un po’ per l’emozione, un po’ per la rabbia, un po’ perché negli eventi, lui, Ariele, ti fa entrare dentro e sembra per davvero che quei maledetti giorni del 44 tu che guardi, li stia vivendo proprio in quel momento tanto ne sei rapito e trasportato.

E un po’, anche perché quella triste pagina di storia nella storia, quella grande, quella che si studia a scuola, non ti spieghi per quale reale motivo sia stata messa all’angolo e ignorata per anni.

Forse per vergogna; sicuramente per ignoranza.

Certo è che la guerra, qualsiasi essa sia, non è bella e normalmente si maschera di una gloria che in realtà non le appartiene; se poi ha i risvolti bestiali che ha avuto in Ciociaria in quel periodo, allora ci si rende conto di quali infamità l’uomo possa macchiarsi mentre tenta di scriverla coi suoi gesti di dubbia moralità.

Lo spettacolo sulle “marocchinate” in sintesi fa vivere tutto questo.

Bravi gli autori Ariele Vincenti e Simone Cristicchi che hanno saputo portare sulla scena un tema scottante, difficile, delicato che in Ciociaria è ancora una ferita aperta.

Bravi perché hanno saputo cogliere l’essenza del dramma e restituirlo al pubblico, senza rendere lo spettacolo un qualcosa fine a se stesso e di cattivo gusto.

E bravo Ariele perché portando in scena l’opera proprio sulla rocca di Castro dei Volsci, ha dato ancora più senso al monumento della Mamma Ciociara rendendola protagonista per una volta di una scenografia che va oltre la sola scultura marmorea…

Rivivete con noi questo evento riascoltando la puntata di QUATTRO QUARTI SHOW del 24 giugno 2017

 

Commenti

commenti