Hong Kong

6

Una delle prime scuole fondate a Hong Kong fu la Li Ying Collage, nel 1075, nell’attuale New Territories, nel 1860 Hong Kong aveva 20 scuole di villaggio. I cinesi che erano ricchi non educavano i loro figli a Hong Kong, ma li mandavano invece nelle principali città cinesi, per avere una educazione tradizionale cinese. I cambiamenti iniziarono con l’arrivo dei cinesi nel 1841. All’inizio l’educazione venne dai missionari protestanti e cattolici che fornivano servizi sociali, anche i missionari italiani iniziarono fornire istruzione per soli ragazzi inglesi e cinesi nel 1843. Nel 1861 Frederick Stewart divenne “IL fondatore principale dell’istruzione di Hong Kong” per integrazione del modello di istruzione in stile occidentale nel sistema coloniale di Hong Kong. Nel 1862 fu istituita la prima scuola governativa, il Queen’s collage con Stewart al servizio del primo preside. Uno dei dibattiti più controversi era se le scuole dovessero offrire un’istruzione vernacolare, insegnando il cinese. L’istruzione era considerata un lusso per l’elite e i ricchi. La prima scuola ad aprire le porte alle pratiche occidentali di medicina, fu la Hong Kong Collage of Medicine, la London Missionary Scociety e la Sir James Cantlie la fondarono nel 1887. Inoltre la London Missionary Society fondò la Ying Wa Girls School nel 1900 e nel 1890 fu fondata la Belilos Public School, una scuola secondaria femminile, la prima scuola governativa di Hong Kong che offriva un insegnamento bilingue in inglese e cinese. La spinta per l’educazione cinese in un sistema britannico non ebbe inizio fino all’ascesa della consapevolezza sociale della comunità cinese in seguito al Quarto movimento del 1919 e al movimento per la nuova vita del 1934 in Cina. Educare i poveri non è diventato una priorità fino a quando non hanno rappresentato la maggioranza della popolazione. L’istruzione prescolare a Hong Kong non è gratuita, e le tasse sono a carico dei genitori degli alunni. Tuttavia i genitori i cui figli hanno diritto di risiedere a Hong Kong possono pagare parte delle loro tasse con un buono del governo ai sensi del programma di voucher abbreviato PEVS. Nel 2013 l’importo di sovvenzione del PEVS è di 16.800 dollari. Ogni bambino a Hong Kong che ha raggiunto i 6 anni di età è tenuto per legge a frequentare una scuola elementare, inoltre è richiesto che dopo la sciola primaria si debba frequentare una scuola secondaria e di completarlo prima dei 19 anni di età.

Istruzione secondaria

L’istruzione secondaria è divisa in junior e senior. Nei primi anni il programma di studi è più ampio, la storia, la geografia e la scienza vengono studiate insieme ad altre materie della scuola primaria. Negli ultimi anni il programma diventa più selettivo e gli studenti hanno scelta sule materie da studiare. L’ufficio di istruzione offre servizi di istruzione per bambini immigrati dalla Cina continentale e da altri paesi, ma anche per bambini di Hong Kong che non parlano il cantonese.  Ci sono diversi programmi forniti dal governo per far integrare al meglio questi bambini nelle scuole tradizionali. L’istruzione di Hong Kong è stata spesso descritta come “alimentata a cucchiaio”. Anche qui come in Giappone e Corea del Sud troviamo le Cram School che sono diventate uno standard parallelo all’istruzione regolare. Gli insegnati si concentrano ad aiutare gli alunni ad ottenere punteggi elevati negli esami principali e fanno molto affidamento sulla conoscenza dei libri di testo piuttosto che scambiare idee ed essenza delle materie.  Inoltre recentemente è stata fatta una riforma in campo dell’istruzione, in questa riforma si favoriscono i progetti di gruppo, compiti a tempo indeterminato in aggiunta ai compiti tradizionali. L’attuale carico di lavoro di uno studente di uno studente di scuola primaria a Hong Kong è di circa 2 ore ogni sera, insieme ad attività extracurricolari, per questo l’educazione di Hong Kong è diventata sinonimo di inclinazione verso la quantità. Già nel 1987 gli ispettori della consulenza educativa si preoccuparono per la grande quantità di lavori meccanici e compiti senza significato. Inoltre il sistema educativo fu riconosciuto inefficace, con i critici che sostenevano che il programma non era in grado di sostenere un senso di identità. Gli studenti tendono a memorizzare a memoria senza capire veramente il significato e la comprensione delle materie. Ciò ha portato a percepire che uno studente tipico di Hong Kong rispetto agli altri studenti anche rispetto a quelli asiatici abbia una mancanza in campo decisionale e si affida alla ripetizione e a risposte poco sviluppate. Per questo motivo a Hong Kong ci sono diverse scuole internazionali circa 175 che offrono un programma di studio diverso da quello nazionale e in parte o interamente in inglese. La maggior parte delle scuole dell’ex colonia britannica fanno indossare ai propri studenti uniformi in stile inglese. Alcune scuole oltre all’uniforme consigliano espressamente, in particolare alle ragazze di adoperare anche il tradizionale Cheongsam, in quanto parte del patrimonio tradizionale da conservare. Le divise scolastiche richiamo in generale uno stile occidentale, ma al termine della seconda guerra mondiale alcune famiglie cristiane hanno deciso di valorizzare la cultura locale introducendo il vestito tradizionale che abbiamo nominato qui sopra lo cheongsam.