Come Netflix spenderà 8 miliardi di dollari

74

Netflix, Il pioniere in streaming, impegnerà fino a 8 miliardi di dollari per la programmazione dell’anno prossimo, ben un terzo di più rispetto al 2017. Questo aumento, da solo, è quasi quanto l’HBO spende di media annualmente. Netflix, con sede a Los Gatos, in California, investirà anche più di 1 miliardo di dollari per il marketing. L’investimento finanzierà una serie sempre crescente di programmi, progettati per attrarre un pubblico sempre più ampio. Il bilancio a lungo termine della società, al momento, ammonta a 17 miliardi di dollari.

Ma veniamo al sodo, ecco una panoramica di come Netflix ha intenzione di investire i suoi soldini:

In programma ben 80 titoli originali. Ted Sarandos, CCO di Netflix, ha dichiarato che verranno rilascaiti più film originali nel prossimo anno, rispetto ai tre maggiori studi cinematografici di Hollywood (Disney, Warner Bros. e Universal Pictures).

La maggior parte di questi film saranno progetti a basso budget come quelli visti nei festival cinematografici o nei teatri della casa d’arte locale, come le storie di Meahowitz di Noah Baumbach con Adam Sandler e Dustin Hoffman o Joe Swanberg “Win It All”.

Eppure Netflix sta anche iniziando a finanziare film ad alto budget come il film Will Smith “Bright” in uscita a dicembre, il che significa che sta crescendo una possibile minaccia per i teatri. Rilasciando più di un nuovo filmato una settimana, Netflix sta dando ai consumatori molte ragioni per rimanere a casa.

Netflix ha registrato più di 56 milioni di clienti al di fuori degli U.S. . Ora l’azienda sta ampliando la produzione in diverse lingue per raggiungere più utenti in Europa, Africa, Asia e Medio Oriente.

Netflix ha pubblicato la sua prima serie italiana e tedesca quest’anno e prevede un notevole aumento del numero di spettacoli nel 2018. Questo include la sua prima serie danese (“The Rain”, un’avventura post-apocalittica), la sua prima Serie svedese (“Quicksand”, un dramma criminale sospetto) e un sacco di anime. La società ha 30 diversi progetti basati sullo stile giapponese di animazione in diverse fasi di sviluppo, ha dichiarato Sarandos in una chiamata con gli investitori.

Netflix ha acquistato l’editore di fumetti Millarworld quest’estate, la prima acquisizione nella storia di 20 anni della società. Considera la prima di molte offerte. Anche se Netflix preferisce costruire piuttosto che acquistare, la società ha dichiarato che avrebbe cercato maggiori opportunità di acquisizione di proprietà intellettuale.

Una cosa che Netflix non comprerà? Weinstein Co., ha aggiunto l’amministratore Delegato Reed Hastings.

Nonostante tutti i soldi che Netflix spende per i suoi spettacoli, la programmazione concessa in licenza da parte di altri rappresenta ancora la maggior parte della spesa annuale della società. In una delle sue più grandi offerte fino ad oggi, Netflix ha concesso in licenza i diritti l’anno scorso a “Supergirl”, “The Flash” e “Riverdale” dalla rete orientata ai giovani CW.

CW, di proprietà di CBS Corp e Warner Bros. . Altre grandi società di media stanno prendendo spettacoli da Netflix per rafforzare le proprie reti televisive e sostenere nuovi servizi di streaming.

Non ci resta che attendere le nuove uscita allora. Sicuramente il piccolo aumento di cui abbiamo parlato in un altro articolo è giustificato 🙂

Commenti

commenti