BARCELLONA

Barcellona è una città che riesce sempre a stupire: ci se ne innamora a prima vista e chiunque, una volta visitata per la prima volta, non vede l’ora di tornarci. Il sole, il mare, la gente in strada a tutte le ore, ma anche i monumenti e i numerosi punti d’interesse la rendono senza dubbio una delle città più attraenti d’Europa. Come se non bastasse, la lingua simile all’italiano e le numerose opportunità di lavoro la rendono una delle mete migliori per chi vuole fare un’esperienza all’estero. In questo articolo vi consiglieremo le migliori cose da vedere a Barcellona, pensando sia a chi non c’è mai stato sia a chi potrebbe essersi perso qualcosa d’importante!

 

1)LA SAGRADA FAMILIA

Simbolo della città e capolavoro assoluto di Antoni Gaudì, la Sagrada Familia, è senza dubbio il luogo più visitato di Barcellona e un monumento simbolo della città. Questa maestosa chiesa rimane tutt’oggi incompiuta, e i lavori procedono molto lentamente secondo i progetti originali. Ma in gran parte è finita, e sia gli esterni che gli interni lasciano senza parole, per i loro contrasti e lo stile assolutamente unico che il Maestro ha voluto dare alla costruzione che gli ha regalato fama e onori in tutto il mondo. Da non perdere l’ascesa al campanile, da cui si ammira un panorama di Barcellona davvero mozzafiato.

 

 

2)LA RAMBLA

È sicuramente la ia più famosa di Barcellona, che si snoda per oltre un chilometro da Plaza Catalunya fino al mare.

Sempre affollatissima di turisti dalla mattina alla sera, questa via pedonale è il vero fulcro della movida catalana.

Qui si può trovare davvero di tutto: ristoranti, negozi di souvenir, fiorai, gelaterie, artisti di strada e le celebri “statue umane” che in cambio di una piccola mancia si lasceranno fotografare insieme a voi.

Il bello di passeggiare lungo la Rambla consiste nel vivere la vita all’aria aperta, ammirare gli artisti di strada o girovagare tra le bancarelle alla ricerca del souvenir perfetto. Meglio evitare invece di sedersi ai tavolini dei tapas bar o dei ristoranti, molto cari e di qualità mediocre.

 

3)PARCO GÜELL

Un altro straordinario capolavoro del geniale architetto Antoni Gaudì è senza dubbio il fantastico Parc Güell.

Commissionato da Eusebi Güell agli inizi del 1900, il parco originariamente pensato come una grande città-giardino a nord di Barcellona, venne ufficialmente aperto al pubblico solo nel 1926, dopo la morte di Gaudì.

All’interno dei 17 ettari del parco, si trovano diversi monumenti e luoghi di interesse, come la celebre salamandra posta all’ingresso, rivestita di piastrelle di ceramica multicolore, il Teatro Greco, la Sala Ipostila detta anche sala delle 100 colonne, la Casa del Guardiano, oggi sede del Museo di Storia di Barcellona ed il cosiddetto Portico della Lavandaia.

Fuori dalla zona monumentale, potete salire fino al Turó de les Tres Creus, il punto più elevato del parco per godere di un bel panorama su tutta la città.

 

4)CASA BATLLÓ

Situata in uno dei punti centrali della città, a due passi dalla metro, si trova la meravigliosa Casa Batllo con la sua coloratissima facciata realizzata da Gaudì con la tecnica del trencadis, utilizzando pezzi di vetro e ceramica. Questo incredibile edificio racconta e contiene in sé tutte le idee più visionarie del grande architetto.

Con i suoi simboli nascosti, linee curve e sinuose che ricordano le onde del mare, archi, colori e rimandi alla natura Casa Batllò è un emozione continua, un vero must da non perdere. Il biglietto d’ingresso costa 21,50 € (audioguida inclusa) ma le vale davvero tutte.

Vi consigliamo di visitarla di giorno in un’ora in cui il sole illumina la facciata ed il tetto per non perdere la magia dei giochi di luce prodotti dai mosaici e dai vetri colorati.

 

5)CASA MILÀ’ (LA PEDRERA)

La Casa Milà, nota anche come La Pedrera, è un edificio modernista di Barcellona tra i più famosi in assoluto ed è l’ultimo lavoro civile di Antoni Gaudì, prima che l’architetto catalano si dedicasse anima e corpo alla Sagrada Familia. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, questo affascinante edificio dalle caratteristiche forme ondulate, vi catturerà al primo sguardo! Il biglietto d’ingresso (€ 20,50) include un audioguida per scoprire la storia della casa e la vita della Barcellona di inizio ‘900.

Il percorso di visita è suddiviso in quattro parti: si parte da una sala espositiva, dedicata a mostre temporanee, passando per le stanze della famiglia Milà e per l’Espai Gaudì, museo dedicato al grande architetto. La visita si conclude con lo spettacolare terrazzo favolisticamente sormontato da camini che ricordano dei guerrieri medievali e da condotti per la ventilazione dalle bizzarre forme organiche. Da qui si ha una bellissima veduta della città.

 

6) IL PALAZZO DELLA MUSICA CATALANA

Il Palazzo della Musica Catalana è una splendida sala da concerti, esempio di modernismo catalano. Progettato agli inizi del secolo da Lluís Domènech i Montaner, il palazzo si trova nel quartiere di Sant Pere vicino a Via Laietana.

Concepito come uno spazio aperto, da vivere a pieno, annovera tra i materiali utilizzati per la sua costruzione vetro smaltato e cristallo. Il Palazzo della Musica Catalana è fascino ed eleganza allo stato puro! Una volta dentro, con le sue finestre di vetro colorato, le sculture e la luce che filtra dagli angoli più impensati, vi sembrerà di vivere in una fiaba.

Degustate un caffè nell’adiacente caffetteria ed immaginate di vedere arrivare una carrozza con a bordo dame e signori in abiti eleganti: vi sembrerà di tornare indietro nel tempo all’epoca della Belle Epoque.

 

7)IL BARRI’ GOTIC E LA CATTEDRALE

Perdersi nel quartiere gotico di Barcellona, con il suo labirinto di stradine, i suoi negozietti ed i numerosi locali notturni è il modo migliore per scoprire la parte più autentica della città.

Ad ogni angolo di questo quartiere troverete sempre qualcosa di interessante, e di certo non potrete fare a meno di notare l’imponente Cattedrale della Santa Croce e Sant’Eulalia, vero esempio d’arte gotica. Visitatela al mattino quando l’ingresso è anche gratuito e ne rimarrete affascinati.

 

8)LA COLLINA DI MONTJUIC

La collina di Montjuic è una vera e propria città nella città, e vale la pena trascorrerci un’intera giornata. La si raggiunge con la caratteristica funivia che parte dal porto, ma anche con una moderna telecabina, coi mezzi pubblici o persino a piedi. Giunti in vetta e scattata una splendida foto panoramica di Barcellona, le attrazioni da non perdere sono il castello di Montjuic, in origine una fortezza-prigione, lo Stadio Olimpico, casa dell’Espanyol fino al 2009 e meraviglia architettonica della città, ma anche il Museu Nacional d’Art de Catalunya e la Font Magica, uno spettacolo di fontane danzanti di luci e colori che illumina le notti di Barcellona.

 

9)MERCATO DELLA BOQUERIA

Il mercato della Boqueria è il mercato alimentare, al coperto, più famoso di Barcellona e forse d’Europa. Si trova sulla Rambla, di fronte alla fermata della metropolitana Liceu. In questo mercato la freschezza regna sovrana, con i tantissimi banchetti con ogni genere di mercanzia. In particolare, data la vicinanza al mare, è da sottolineare la qualità del pesce fresco, a cui è dato ampio spazio. Ma la Boqueria, oltre ad essere un eccellente mercato, è anche un’attrazione, un’esperienza imperdibile per chi visita Barcellona. Entrare nel mercato significa immergersi in un mondo a parte, dove profumi, suoni e colori sembrano estranearci dal resto della città. Scoprirete che ogni singolo chiosco o banchetto è curato con attenzione maniacale, tanto da rappresentare vere e proprie opere d’arte. Frutta, verdura, dolci e spezie, sono i tasselli di un mosaico dai colori forti e sgargianti, accompagnati da un vocio chiassoso e costante, degno del più bel mercato d’Europa. Vi consigliamo di fare un giro alla Boqueria non solo per godervi questo spettacolo, ma anche per gustare i prodotti freschi, facendo magari colazione con una spremuta fresca o fermandovi per una Tapas a uno dei chioschi situati all’interno.

 

10)Passeig de Gracia

Molti turisti rischiano di perdersi alcune tra le migliori occasioni per lo shopping a Barcellona. Certo, la Rambla e il quartiere gotico sono pieni di negozi, ma sono perlopiù piccole botteghe e negozi di souvenir. Chi cerca i grandi marchi, le boutique di lusso oppure semplicemente i saldi delle grandi catene di abbigliamento, dovrà dirigersi verso Passeig de Gracia, che si snoda da Plaza Catalunya in direzione nord, verso il quartiere dell’Eixample. E’ questo il quartiere dello shopping di Barcellona frequentato dagli abitanti del posto, ed è qui che si fanno gli affari migliori. Come se non bastasse, è proprio lungo il Passeig de Gracia che si affacciano la Casa Batllò e la Casa Milà, per alternare compere a visite culturali.

 

Giulia, Lucia, Emma, Matteo