Tutto quello che c’è da sapere su Checco Zalone

25

Checco Zalone, il cui vero nome è Luca Medici è nato a Bari il 3 luglio 1997. È uno showman, imitatore, attore, sceneggiatore e regista italiano di straordinario successo; a dimostrazione di ciò il fatto che i suoi cinque film hanno raggiunto in totale 220 milioni di euro e compaiono nella lista dei 10 film di maggiore successo della storia del cinema italiano.

Per quanto riguarda la sua carriera, Luca Medici esordisce con la musica al fianco di alcuni importanti jazz pugliesi, per poi approdare sui palchi di Zelig nel 2005. In particolare partecipa a Zelig a Bari, a Zelig Off e successivamente a Zelig Circus; questi palchi saranno per lui un vero e proprio trampolino di lancio. Inoltre nell’estate del 2006, prima dell’inizio del Mondiale di Germania che sarà poi vinto dall’Italia, dedica la canzone “Siamo una squadra fortissimi” alla squadra di calcio italiana. Il pezzo fu trasmesso su Radio Deejay quasi per scherzo, per poi raggiungere un successo di pubblico inaspettato. Successivamente parteciperà ad importanti programmi Mediaset, presenterà con Amedeus il quiz musicale Canta e Vinci su Italia 1, continuando nel frattempo a comporre altre canzoni in chiave ironica come A me mi piace quella cosa, parodia della canzone vincitrice di Sanremo 2006; sono proprio queste parodie musicali che lo porteranno ad acquistare sempre più notorietà facendo divertire il pubblico.

Tutti i film di Checco Zalone hanno raggiunto negli anni un elevato successo di gran lunga maggiore alla media del film italiani. Il suo secondo film, Che bella giornata (2011), nel primi due giorni di programmazione ha raccolto circa sette milioni di euro, addirittura superando Avatar e Harry Potter. Inoltre nelle prime due settimane gli incassi hanno superato il capolavoro di Roberto Benigni La vita è bella. Successivamente sono usciti Sole a Catinelle (2013) e Quo Vado (2016), entrambi portatori di un eccezionale successo. il 1° gennaio 2020 è invece uscito Tolo Tolo che è stato particolarmente apprezzato dalla critica per l’evoluzione avuta da Luca Medici nel trattare argomenti più complessi e attuali, quali ad esempio il razzismo e la migrazione. Nonostante il primo boom di ascolti, il film ha poi avuto un calo rispetto alle altre produzione di Checco Zalone, pur mantenendo una media alquanto superiore a quella dei film italiani.

Infine Checco Zalone è tornato a far ridere sul web al fianco di Virginia Raffaele con il video L’immunità di gregge, pubblicato nel 2020 su youtube durante il lockdown causato dalla pandemia.