Bud Spencer, in Ungheria una statua per ricordarlo.

44

 

A un anno dalla sua scomparsa, 27 giugno 2016, l’Ungheria rende omaggio a Carlo Pedersoli in arte Bud Spencer, con una statua di bronzo alta 2 metri a dimostrazione di un amore che non conosce confini.

L’attore, infatti, non era amato solamente in Italia, ma anche in tantissimi paesi fra cui l’Ungheria, in cui ha rappresentato un simbolo di libertà. Negli anni Sessanta e Settanta, quando nel paese vigeva il regime comunista, i film western di Terence Hill e Bud Spencer costituivano un momento di divertimento e svago, poiché le pellicole americane erano proibite e censurate.

La scultura è stata inaugurata l’11 novembre ed è stata definita come il primo monumento al mondo dedicato all’attore. La statua è stata posta all’ingresso della metropolitana fermata Corvin negyed, il sindaco della citta magiara, Matè Kocsis ha voluto fortemente quest’opera per omaggiare il grande attore italiano, l’opera è stata realizzata dalla scultrice Szandra Tasnadi grande fan di Bud, che nella scultura appare vestito da cowboy, con una sella sulla spalla e la pistola nella fondina.

Alla cerimonia erano presenti i tre figli di Bud, Cristina, Diamante e Giuseppe che hanno apprezzato molto il gesto. “Siamo onorate e grate, la statua gli rende giustizia, tanto era grande nella sua postura, così lo era nelle sue passioni e nel suo cuore”. Alla base della statua una frase famosa pronunciata dal fido compagno di scena Terence Hill, “non abbiamo mai litigato”.

Commenti

commenti