“JOHN e MARYLYN-LA FRAGILITA’ DEGLI DEI” il libro in libreria

1

Quando Marilyn Monroe sale sul palco per cantare il suo Happy Birthday al presidente sa che ha la sua occasione. Non è una vendetta ma è il suo modo di riprendersi quello che è suo, perchè a Marilyn si sa, non si può resistere. Ce lo racconta anche Giovanni Menicocci nel suo libro John e Marilyn – La fragilità degli dei. Senza mai essere morboso, ma offrendoci diversi punti di vista su questa storia d’amore, una delle più chiacchierate di sempre, lo scrittore ci porta nella stanza di letto di Marilyn, con l’odore del suo profumo e il rumore dei pensieri. Un mare calmo, un fiume in piena, un uragano, un arcobaleno dopo la tempesta: Marilyn è tutto questo e stravolge per sempre anche la vita di John Kennedy, disposto a tutto per lei, anche a rischiare il grande scandalo. Ci prova a starle lontano, ma non può negare quello che Marilyn ha portato nella sua vita. Se per gli altri potrebbe essere solo un lampo, un flash che i paparazzi avrebbero venduto per migliaia e migliaia di dollari, per il presidente degli Stati Uniti, Marilyn diventa una luce costante, anche se presente a fasi alterne nella sua vita.

Giovanni Menicocci ci vuole però dare solo una parte di questa storia. Ci racconta la fase dell’innamoramento rovinato dalla scommessa e forse compromesso per sempre. Ma non va oltre. Forse perchè vuole raccontarci il resto in un secondo capitolo? Non lo sappiamo ma il romanzo ci lascia questa storia, nella sua parte più dolce. Quella che ci racconta i primi appuntamenti, le dediche, le telefonate e gli incontri clandestini. Di questa storia tutti hanno detto e scritto ma solo John e Marilyn possono sapere quello che è successo davvero tra loro. Si dice che l’attrice sia stata un giocattolo in mano ai due fratelli Kennedy, immagine che non corrisponde con la Marilyn che viene presentata nel romanzo di Menicocci, una persona decisa che sa quello che vuole e che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno.