Dolores Redondo svela i misteri della Galizia.

58

Nata a San Sebastián, nei Paesi Baschi, nel 1969, Dolores Redondo è una scrittrice a tempo pieno ormai, dopo un periodo in cui si è dedicata alla gastronomia, ha pubblicato nel 2009 il suo primo romanzo “Los privilegios del ángel”. Ma il grande successo è arrivato con la trilogia del Baztán, con protagonista l’ispettrice della polizia Amaia Salazar; trilogia che ha venduto solo in Spagna 700mila copie. Ed ora che può definirsi finalmente una scrittrice, come sognava da piccola mentre leggeva le scorribande francesi di D’Artagnan e le avventure indio – malesi di Sandokan, la Redondo dichiara: “La cucina era la mia seconda opzione nel caso in cui non fossi mai diventata una scrittrice. E la ristorazione è stata la mia principale attività per anni. Non sono campi molto lontani, sapete? Scrivere o cucinare è sempre qualcosa che si fa per gli altri. Non credo agli autori che dicono di scrivere per se stessi e non per i lettori. Sarebbe come preparare un menù di cinque portate per poi mangiarsele da solo”.

A partire proprio da oggi, 17 ottobre, arriva in Italia l’ultimo romanzo della Redondo, “Tutto questo ti darò”, che ha fatto guadagnare alla scrittrice basca il prestigioso Premio Planeta de Novela nel 2016.

Protagonista della storia è Manuel, uno scrittore originario di Madrid che dopo un incidente stradale perde suo marito Alvaro, esponente della nobiltà galiziana. La dinamica dell’incidente appare da subito poco chiara e Manuel decide di indagare. Il romanzo è ambientato nell’epoca attuale, circa dieci anni dopo che il governo di José Luis Rodriguez Zapatero ha dato il via libera ai matrimoni omosessuali. Sicuramente il tono anticonformista dell’incipit e la curiosità per uno dei primi casi di vedovanza gay sono alla base dell’eccezionale successo del romanzo, che è andato a ruba in terra spagnola. Ma fondamentale nella riuscita della narrazione è senza alcun dubbio il contesto geografico della vicenda, la magia della Ribeira Sacra galiziana, delle sue vigne profumate, le tradizionali leggende del luogo e i misteriosi sette villaggi sommersi lungo il fiume Miño.

Dolores Redondo ora vive in Navarra ma è di casa in Galizia, regione che l’ha conquistata per la sua solenne bellezza e la sua ricca storia, ed in questo manoscritto l’autrice omaggia a pieno questa terra meravigliosa.

Commenti

commenti