LUIS SEPULVEDA

26

Luis Sepùlveda, nato in Cile nel 1949 e deceduto a Oviedo il 16 aprile 2020, è stato uno scrittore e attivista conosciutissimo. Sepùlveda ha viaggiato moltissimo, dopo aver lasciato il suo paese Natale ha visitato l’America Latina per poi spostarsi in Europa, più precisamente in Germania, Francia e Spagna, dove ha vissuto fino alla sua morte. E’ stato autore di numerose raccolte di poesie, di romanzi e di racconti per ragazzi; ha conquistato il suo pubblico già con il primo romanzo ‘IL VECCHIO CHE LEGGEVA ROMANZI D’AMORE’, pubblicato alla fine degli anni ’80 in lingua spagnola. La prima edizione in italiano del romanzo d’esordio di Sepùlveda risale al 1993; da allora anche i lettori italiani hanno imparato a conoscere lo scrittore. Nel 1996 pubblica ‘ STORIA DI UNA GABBIANELLA E DEL GATTO CHE LE INSEGNO’ A VOLARE’, celebre romanzo per ragazzi trasmesso, in seguito, alla televisione. Ma Sepùlveda non era solo scrittore, era molto attivo sul piano politico, come testimoniano i suoi numerosi viaggi e l’accordo con l’organizzazione ecologista Greenpeace siglato nel 1982. Tuttavia la bestia silenziosa che,da ormai 6 mesi, mette a ferro e fuoco il mondo non ha risparmiato neanche lui. Nel febbraio 2020 ha avverito i primi sintomi del COVID-19 che lo costringono al ricovero al Central University Hospital of Asturias. E’ deceduto il 16 aprile dopo aver lottato contro la malattia. La sua vita ha avuto un finale inaspettato, che ha lasciato tutto il suo pubblico e le persone che lo amavano sbigottiti. E’ morto l’uomo, ma lo scrittore continuerà a parlarci per sempre attraverso i suoi libri.