ISTANBUL

Istanbul ha un fascino intramontabile, dovuto soprattutto all’importante storia che ha alle spalle. Storicamente nota anche come Bisanzio e Costantinopoli, è stata la capitale di molti imperi del passato. I resti degli antichi splendori sono ancora oggi visibili nelle straordinarie ricchezze architettoniche perfettamente conservate nel cuore della città, una su tutte Santa Sofia. Un tempo cattedrale, successivamente moschea e infine museo, questo meraviglioso edificio che il tempo non è riuscito a scalfire continua a incantare visitatori da tutto il mondo con la sua imponenza e i suoi preziosi mosaici. Accanto ai luoghi di valore storico sorgono grattacieli ultra-moderni e centri commerciali. Il centro cittadino e la prima periferia offrono la possibilità di ammirare viste mozzafiato di Istanbul e dello stretto del Bosforo. Leggi la nostra guida essenziale sulle cose da fare a Istanbul, per scoprire il meglio di questa città turca dal fascino ineguagliabile.Centro nevralgico del quartiere storico di Istanbul, piazza Sultanahmet è il luogo perfetto per partire alla scoperta delle principali attrazioni della città. Un tempo qui sorgeva l’ippodromo di Costantinopoli, di cui oggi rimangono pochi resti, tra cui alcuni obelischi e qualche fontana. Partendo da questa piazza, inoltre, potrai raggiungere facilmente due dei luoghi più visitati della città: l’Hagia Sophia, la famosa moschea del VI secolo che oggi ospita un museo e la moschea che prende il nome dalla piazza, la Sultanahmet camii, nota anche come Moschea Blu.L’Hagia Sophia, che tradotto alla lettera significa “santa saggezza”, è uno dei principali monumenti del centro storico di Istanbul. La basilica, costruita nel VI secolo dall’imperatore bizantino, nel 1453 fu convertita in una moschea e fortificata, secondo il volere di Maometto II. Successivamente è stata trasformata in museo e oggi questo prodigio dell’architettura è accessibile a tutti. Gli esterni sono interamente ricoperti di marmo mentre all’interno potrai ammirare i maestosi lampadari in bronzo, i pannelli con iscrizioni e gli stupendi mosaici che ricoprono le pareti realizzati con tessere d’oro, d’argento e di pietre colorate.Istanbul si sviluppa intorno allo stretto del Bosforo, la striscia di mare che collega le acque del Mar Nero con quelle del Mar di Marmara, e storicamente è sempre stata un importante porto commerciale. Il commercio quindi ha una grande tradizione in città e ti basterà addentrarti tra gli stretti vicoli del Grande Bazar per rendertene conto e scoprire da vicino la frenesia delle colorate attività commerciali di Istanbul. Il Grande Bazar, infatti, è un enorme mercato costituito da una serie di souks (dei mercati più piccoli) al coperto e da tante strette viuzze lungo le quali si posizionano i venditori ambulanti. Qui potrete acquistare di tutto, dai tappeti alla pelletteria, dai gioielli veri a quelli di poco valore, compresi i tradizionali nazar contro il malocchio, una merce davvero rara.Uno dei tanti luoghi di interesse della città sono le mura di Costantinopoli, conosciute anche come mura Teodosiane, mura della città di Istanbul e mura storiche di Topkapi. Per la precisione si tratta di una serie di fortificazioni difensive erette intorno alla città quando Costantino il Grande fondò Costantinopoli e la loro particolarità sta nel fatto che, nonostante i secoli trascorsi, gran parte di queste strutture medievali e la maggiore parte delle sue sezioni e delle torri sono ancora intatte. Le mura sono circondate da ampi parchi con spazi dove i bambini posso divertirsi e giocare.

 

Emma, Lucia, Giulia, Matteo