LA CULLA DEL RINASCIMENTO

FIRENZE

Firenze è indiscutibilmente la città toscana più famosa nel mondo. Ogni anno milioni di persone arrivano nella “culla del Rinascimento”, visitano i principali musei della città, passeggiano per le sue strade ammirandone monumenti, chiese, palazzi e luoghi di interesse. Firenze ha davvero tanto da offrire e non è semplice scegliere che cosa vedere, specialmente quando non si ha molto tempo a disposizione. Ecco le principali attrazioni e i luoghi più belli della città:

 

Piazza del Duomo

Il nostro itinerario inizia in Piazza del Duomo, il cuore di Firenze. Qui troneggia il magnifico Duomo, o Cattedrale di Santa Maria del Fiore, con la famosa cupola del Brunelleschi, il Battistero con la stupenda Porta del Paradiso del Ghiberti ed il Campanile di Giotto, dal quale potrete godere di un’incredibile vista sulla città.

 

La galleria degli uffizi

Da vedere assolutamente poi la Galleria degli Uffizi, uno dei musei italiani più visitati e conosciuti, noto per la vasta collezione di opere del Rinascimento da artisti come il Botticelli, Michelangelo, Leonardo da Vinci e Raffaello, solo per citarne alcuni dei più famosi.

 

Ponte vecchio

Uno dei simboli di Firenze, il Ponte Vecchio è considerato uno dei ponti più belli al mondo. Questo suggestivo ponte attraversa il fiume Arno e collega il centro storico fiorentino con la zona est della città.

In passato, il Ponte Vecchio era la sede di macellerie e di botteghe di frutta e verdura, oggi invece qui potrete trovare raffinate botteghe orafe che vendono meravigliosi gioielli.

 

Galleria dell’accademia

Come gli Uffizi anche la Galleria dell’Accademia a Firenze ospita capolavori di inestimabile valore realizzati da grandi artisti del calibro di Botticelli, Ghirlandaio, Pontorno e altri.Tuttavia, la maggior parte dei visitatori entra per ammirare il famosissimo David di Michelangelo, statua di oltre 5 metri di purissimo marmo di Carrara che da sempre incarna l’ideale universale di grazia e bellezza. Ci sono quattro delle sei “Prigioni” eseguite per il sepolcro di Papa Giulio II e il “San Matteo”, scultura non finita che nelle intenzioni avrebbe dovuto esser inserita sotto la cupola del Duomo di Firenze.

 

Palazzo Pitti ed il Giardino di Boboli:

Attraversando il Ponte Vecchio raggiungerete l’area dell’Oltrarno e, per primo, Palazzo Pitti dove si trovano diversi musei, tra cui la Galleria Palatina, la Galleria dell’Arte Moderna e il Giardino di Boboli

 

Piazza della Signoria

C’è poi la bellissima Piazza della Signoria, per secoli al centro della vita politica di Firenze. Qui l’imponente Palazzo Vecchio, sede attuale del comune cittadino e museo civico. Alla destra di Palazzo Vecchio potete ammirare l’affascinante Loggia dei Lanzi, dove sono collocate alcune statue famose, come il Perseo di Benvenuto Cellini.

In Piazza della Signoria si trova la Fontana del Nettuno dell’Ammannati ed il monumento equestre di Cosimo I del Giambologna. Lungo il percorso, in via Calzaiuoli, riconoscerete la Chiesa di Orsanimichele, dalla particolare struttura architettonica e le statue che adornano la sua facciata, opere di grandi artisti come Donatello, Ghiberti e Verrocchio.

 

Piazza Santo Spirito e la Chiesa di Santo Spirito

Costruita dal Brunelleschi, la Chiesa si affaccia sull’omonima piazza, spiccando per il giallo della facciata, ma nasconde al suo interno dei tesori davvero preziosi.

 

Basilica di Santa Croce:

Oltre al Duomo, imperdibile anche una visita alla Basilica di Santa Croce, nell’omonimo quartiere, nella parte orientale del centro storico. Si tratta di una delle basiliche francescane più antiche ed imponenti mai costruite in Italia. Non appena arriverete nella piazza di Santa Croce, il vostro sguardo verrà subito rapito dalla bellezza della facciata della Basilica.

Al suo interno troverete una vasta collezione di opere d’arte e la tomba di Michelangelo, la quale è circondata da tre statue che rappresentano Pittura, Scultura ed Architettura. Qui si trovano inoltre il Cenotafio di Dante ed il monumento dedicato a Vittorio Alfieri. All’interno della basilica riposano altri personaggi illustri, d’arte e di cultura, oltre Michelangelo, ad esempio Galileo Galilei.

Soffermatevi sulla Cappella dei Pazzi: si tratta di una delle più note architetture rinascimentali, capolavoro di Filippo Brunelleschi, e si trova proprio nel primo chiostro della Basilica.

 

Basilica di Santa Maria Novella

Un’altra chiesa che merita assolutamente una visita è la Basilica di Santa Maria Novella, nella parte occidentale del centro storico, vicino alla stazione ferroviaria di Firenze Santa Maria Novella. Si tratta di una delle chiese più belle e più importanti di tutta Firenze. Situata nell’omonima piazza, questa chiesa domenicana risale al XV secolo e la sua facciata fu progettata da Leon Battista Alberti, utilizzando il marmo bianco e verde.

Ma la Basilica merita una visita soprattutto per i suoi interni e per ciò che custodisce. Lunga 99 m, è suddivisa in tre diverse navate sovrastate da archi e volte decorate e ospita opere dal valore inestimabile. Potrete infatti ammirare il Crocifisso di Giotto e La Trinità del Masaccio.

 

Casa Museo di Dante

Nonostante l’acquisizione a patrimonio comunale nel 1865, seicento anni dopo la nascita dell’autore della “Divina Commedia”, l’effettivo recupero della casa di Dante Alighieri è avvenuto solo molti anni dopo. Per la precisione nel 1911, anno in cui il comune affidò i lavori di ricostruzione dell’immobile all’architetto Giuseppe Castellucci (1863 -1939) tra i massimi interpreti dello stile neogotico in Toscana. Oggi l’abitazione che fu di Dante Alighieri è un museo di tre piani che ripercorre arte, politica e cultura della Firenze medioevale. Una città ricca e però attraversata da forti conflitti quella in cui visse il poeta che – va detto – di quelle stesse lotte fu, a più riprese, anche protagonista.

 

Piazzale Michelangelo

Se vi trovate a Firenze non potete tralasciare dal vostro itinerario il Piazzale Michelangelo, situato sulla stessa sponda di Palazzo Pitti e del Giardino dei Boboli. Questo è il miglior punto panoramico per ammirare la città, probabilmente molte delle foto che vedete di Firenze dall’alto sono proprio state scattate qua. Il Piazzale ospita le copie delle opere più importanti dello omonimo scultore rinascimentale: Il David e le quattro allegorie delle Cappelle Medicee di San Lorenzo realizzate in bronzo.

Il miglior momento per raggiungerlo è il tramonto, ma è anche uno dei momenti più affollati. Se non temete le sveglie presto e siete abbastanza mattinieri, vi consigliamo di visitarlo all’alba, nel totale silenzio, ammirando il sole che sorge sulla città.

 

Giardino delle Rose

Proprio attaccato a Piazzale Michelangelo si trova il Giardino delle Rose, un giardino poco conosciuto ma che merita assolutamente una visita! Infatti molti turisti si limitano a raggiungere il Piazzale per poi scendere di nuovo in città.

 

San Miniato al Monte

San Miniato al Monte è un vero e proprio capolavoro del romanico fiorentino, poco distante da Piazza Michelangelo. Costruita tra XI e XIII secolo, l’esterno è decorato con meravigliosi marmi bianchi e verdi molto simili a quelli del Duomo, mentre l’interno è in stile romanico e presenta tre navate. In fondo alla Chiesa potrete ammirare la Cappella del Crocifisso di Michelozzo e la cripta, decorata dagli affreschi di Taddeo Gaddi.

La sua posizione è alquanto invidiabile: si trova infatti in cima ad una collina, regalando così una splendida vista su tutta Firenze! Proprio questo colle, e di conseguenza la nascita della Chiesa, sono collegati ad una lontana leggenda: San Miniato venne decapitato sulle rive dell’Arno e, con la propria testa tra le mani, riuscì ad arrivare in cima al colle per morire, luogo in cui venne quindi eretto un oratorio a lui dedicato.

Giulia, Lucia, Emma, Matteo