LE ATTRAZIONI DI TAORMINA

1

 

Taormina essendo una città marittima ha come attrazione principale il turismo balneare. Una fra le sue spiagge più belle si trova sull’isola bella situata nel mar ionio poco distante dalla costa, infatti molto spesso a causa della bassa marea annulla la sua distanza con la terra ferma formando così una penisola. E’ anche detta ‘’Perla del Mediterraneo’’ termine coniato da un barone tedesco per diffondere il valore artistico dell’isola. Per i visitatori è possibile raggiungere l’isolotto in due modi  per mezzo di un sentiero facendo una piccola escursione oppure usufruendo della funivia comunale che porta fino alla spiaggia di Mazzarò da dove bisogna proseguire poi per 200 metri a piedi ammirando il bellissimo paesaggio che la penisola ci offre. La sua vegetazione è tipica della macchia mediterranea con molte piante esotiche esportate da una sua antica proprietaria Lady Travelyn che sfruttò la sua passione per le piante per importare nell’isolotto piante tropicali che mischiandosi oggi con la vegetazione locale offrono un paesaggio unico al mondo. L’isola infatti ha una storia molto travagliata che risale fino ai primi dall’800 quando Federico I Borbone la donò al comune di Taormina, poi alla fine dell’800 venne comprata da una nobildonna inglese dopo diversi passaggi di proprietà finalmente nel 1998 l’isola venne dichiarata riserva naturale e la sua gestione è oggi del Catgana e del WWF che contribuiscono a mantenere questo posto un angolo di paradiso. La funivia di cui potremmo usufruire per arrivare sull’isola bella è molto utilizzata dai turisti perché permette di andare dal centro storico della città fino alla zona di Mazzarò ovvero la zona marittima in soli 3 minuti, è un servizio molto efficiente per questo ha corse regolari che partono ogni 15 minuti e funziona tutti i giorni per garantire alla popolazione un servizio efficiente. Un’altra attrazione che non possiamo certamente dimenticare di visitare è l’antico teatro greco-romano che è sicuramente il monumento più rappresentativo e importante presente a Taormina. L’edificazione del teatro inizio intorno al III secolo a.C. per mano dei Greci ma vanne poi rimodernizzato dai Romani che poi ne modificarono in parte la struttura inserendo nuove colonne statue e coperture. Nacque per ospitare rappresentazioni drammatiche e musicali ma si trasformò sotto il dominio romano per dare posto ai giochi dei gladiatori e alle battaglie navali. Questo comportò un ampliamento nell’orchestra e alle divisione del teatro in diverse parte: c’era la SCENA che era la parte più importante del teatro e conserva in la parte la forma originale, la PLATEA che è incavata nella roccia e può contenere fino a 5400 spettatori con gradoni distinti in due parti, i PORTICI che servivano per aumentare la capienza del teatro e accompagnavano lo sviluppo della platea e infine le scade di acceso che coprivano a scalini tre svolte e restringevano a mano a mano che si saliva. E’ per grandezza il teatro più grande della Sicilia dopo quello di Siracusa ma è tra i più conosciuti e ammirati al mondo. Nel tempo è stato utilizzato per ospitare varie forme di spettacolo che spaziano dal teatro ai concerti fino ai concerti di opera lirica e balletto. Se avete bisogno durante le vostre vacanze di un po’ di shopping non potrete fare a meno di visitare il corso Umberto, la strada più importante di Taormina che fu intitolata ad Umberto I re d’Italia, ed era parte integrante dell’antica via Valeria che collegava Messina a Catania. Questa strada delimitata a Nord da Porta Messina e a sud da Porta Catania ci offre testimonianze di epoche diverse, dallo stile arabo a quello normanno, dallo stile arabo a quello gotico, insomma attraversandolo ci renderemo conto di attraversare diverse epoche della storia artistica del nostro paese per questo è molto apprezzato dai turisti da tutto il mondo che lo attraversano ogni giorno.